Condividi
  • 18
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    18
    Shares

Come non farsi distrarre: questione di attenzione (selettiva)

Perché, durante una partita o una competizione, sbagli? Non ti è mai capitato di addormentarti in classe, durante una lezione? Oppure di distrarti facilmente durante un allenamento? A me si, spesso. Poi, fortunatamente, sono migliorato. O meglio...

Ho imparato, grazie al mental training, a ridirigere la mia attenzione verso i miei obiettivi. Così, sono riuscito ad ottenere risultati superiori, nello studio e nello sport. Perché, in qualunque tipo di performance, l’attenzione non è importante, è l’unica cosa che conta. Scopriamo insieme perché.

Prima di tutto, occorre porre una distinzione tra attenzione e concentrazione. L'attenzione ricopre un ampio bacino di tecniche e concetti, tra cui appunto anche la concentrazione, che per gli addetti ai lavori si traduce con attenzione selettiva.

Esistono però altre tipologie di attenzione, tra cui l'attenzione sostenuta, l'attenzione divisa e lo stato di allerta.

Ogni sport può richiedere risorse attentive differenti, in base a richieste ambientali  e di performance. Per migliorare la concentrazione (quindi, l'attenzione selettiva) occorre...allenarla. Solo in questo modo potrai davvero capire come non farti distrarre.

Come non farsi distrarre durante la performance

La chiave per il miglioramento della performance consiste nell’allenare il focus, eliminando le informazioni ambientali irrilevanti. Il tutto, ovviamente, grazie al mental training. Facciamo un esempio:

Un cestista sottoposto ad allenamento mentale riuscirà a “inibire” le voci del pubblico, i flash dei fotografi, o eventuali scongiuri da parte degli avversari. Al contrario, uno sportivo che non ha mai allenato la mente, tenderà a distrarsi più facilmente. Il risultato? Le probabilità di sbagliare aumenteranno.

Per non parlare poi della qualità in allenamento. Essere concentrati, avere una capacità di ridirigere l'attenzione selettiva a ciò che ci interessa ti farà imparare più velocemente.

A fare la differenza, nello sport sarà quindi la qualità: essere capaci di selezionare gli stimoli ambientali utili, ignorando le distrazioni.

L'attenzione è uno dei fattori decisivi che incide sulla performance, portandola da discreta ad eccellente. Tu nei sei capace? Se la risposta è negativa, il mental training potrà renderti più forte. Come?

Le tecniche di mental training per la performance

Esistono numerose tecniche di mental training in grado di migliorare la tua attenzione. Alcune, come la mindfulness che io stesso pratico quotidianamente, pongono l'attenzione sulla consapevolezza del "qui e ora". Il motivo? Passato e futuro esistono solo nella nostra mente, l'unico tempo reale, dove possiamo agire per fare la differenza, è il presente. Se sei interessata/o, ti consiglio il mio video YouTube a riguardo.

Vorresti sapere come gestire ansia e stress, nel pratico? Contattami, parliamone insieme o richiedi una consulenza. Ci vediamo qui sul blog, o su YouTube. Un saluto da Andrea.